La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Fate presto: i tempi della politica, della finanza e della vita quotidiana non coincidono più

Abbiamo bisogno di vedere misure concrete e riforme efficaci, presto! Questa lentezza della politica è, putroppo un fim già visto econ un brutto finale. Nei mesi “caldi” di Agosto e Settembre abbiamo visto Berlusconi ed il suo Governo baloccarsi nel tentativo di tirar fuori 2 misure in croce che favorissero la crescita economica. Ai nostri occhi di cittadini comuni, alle prese con scadenze e spese che difficilmente possono aspettare, quell’attesa fu incomprensibile: vedevamo crescere il famoso spread senza capire bene quali conseguenze avrebbe avuto sualla nostra vista di tutti i giorni. Oggi sappiamo che, come Paese, quell’attesa ci è costata cara in termini di credibilità (e quindi di spread) e che la politica sembra avere dei tempi propri, incompatibili con quelli degli altri fenomeni con cui deve misurarsi.

Schematizzando fino all’estremo, lo spread lo fanno operatori di mercato davanti ad un monitor con il flusso di notizie delle agenzie e che in tempo reale sono in grado, attraverso la Rete, di prendere decisioni e modificare i rendimenti di titoli di tutti gli stati occidentali. In tempo reale.

Schematizzando fino all’estremo, il nostro tenore di vita lo determinano mese per mese le scadenze e le tariffe relative alla tassa sui rifiuti, energia elettrica, costo dei carburanti, o i valori dell’euribor che incidono sui tassi dei mutui. Tute cose che dipendono da guerre in corso, cambio euro/dollaro, tassi interbancari, che agiscono sui prezzi praticamente in tempo reale.

Questi universi, mercati e costo della vita, i cui fattori scatenanti viaggiano a velocità nell’ordine dei millisecondi, si intersecano costantemente con la politica che per agire pare abbia bisogno di giorni se non settimane. E’ possible guardare le oscillazioni continue, istantanee del grafico dello spread Bund-Btp che si basa su centinaia di informazioni diverse elaborate quasi istantaneamente. Intanto la politica da giorni sta decidendo se siano meglio dei sottosegretari tecnici o di partito. Poi, presa una decisione, bisognerà scegliere i sottosegretari. Intanto siamo in attesa delle misure economiche per ridarre slancio sia alla nostra credibilità che alla nostra crescita economica e da giorni si dibatte se sia meglio l’ICI, la patrimoniale o entrambe.  Giorni e giorni di trattative, veti, compromessi.

Questa crisi è figlia anche di queste differenze. Non ho la soluzione ma un dato è certo: quando 3 entità così dipendenti fra loro vanno a velocità così diverse, è inevitabile che il più lento resti indietro ed il più debole paghi per tutti.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , , , , ,

3 Responses

  1. E intanto ieri è stato ridotto l’acconto Irpef. La legge, del governo Berluscon,i era pronta dal luglio 2010… per buttare un pò di fumo negli occhi degli elettori. Ovviamente questa riduzione sarà compensata a giugno e quindi la boccata d’ossigeno di cui qualcuno parla sarà solo temporanea e illusoria. http://www.corriere.it/economia/11_novembre_24/irpef-acconto-ridotto_74823e04-1664-11e1-a1c0-69f6106d85c1.shtml

    • mondeban ha detto:

      Nell’ideale cassetto del governo Berlusconi c’è tanta di quella roba… E’ una delle colpe principali che gli addebito: l’abbondanza di idee di facciata ed il disinteresse reale. D’accordo con te che si tratti solo di uno slittamento dell’acconto Irpef, ma pare sia stata accolta bene in questo momento dell’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: