La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Governo Monti toglie il velo ad una manovra-trappola. Tasse, pensioni e nessuna via di scampo

Il mio curriculum me lo consente: ho tirato un sospiro di sollievo quando Berlusconi ha lasciato, ho sperato fortemente nelle elezioni, visto che però c’è toccato Monti ho sperato nel suo richiamo a Crescita, Rigore ed Equità.

Ora che il governo Monti sta spiegando i contenuti della sua manovra, in tanti si sentono vittima di una gigantesca trappola: non c’è scampo nè via di fuga, i Mercati a questo punto ci stroncherebbero.

Ieri sera Casini, Alfano e Bersani hanno dovuto reggere il gioco, erano duramente provati dalla quantità di sobrietà che Monti avrà somministrato loro, dal Rigore delle durissime misure contenute nella manovra e probabilmente schiantati dalla totale assenza di Equità e Crescita: in sintesi niente patrimoniale ma aumento dell’Irpef e stretta sulle pensioni. Soprattutto Bersani avrà pensato: “chi lo dice agli elettori del PD che invece di affrontare le elezioni con un vantaggio di 4-5 % sul centrodestra, ci siamo entusiasticamente accodati ad una manovra che neanche il peggior Tremonti?”.

Con diverse sfumature Angeletti, Bonanno e Camusso hanno espresso la loro contrarietà ad una manovra che, detto in poche parole, trova molto più comodo passare al solito Bancomat e prelevare da Pensioni ed Irpef, invece di guadagnarsi la pagnotta andando a stanare i soldi dei grandi patrimoni al sicuro da qualche parte nel mondo.

Io purtroppo non rientro più nel range anagrafico del Forum dei Giovani, non presiedo organizzazioni sindacali nè partiti politici. Però finchè dura sono portatore sano di Irpef ed aspirante fruitore di pensione contributiva, allora una domanda ce l’ho, mi servirebbe solo  qualcuno che la riporti a Monti (meglio se laureato alla Bocconi, per una maggiore credibilità):

“Possibile che proprio voi, che formate le classi dirigenti del futuro, non abbiate capito che stavolta in Italia c’era grande disponibilità a rinunciare ad un pò di reddito e qualche anno di pensioni in cambio di una sola cosa: una storica e decisiva tassa di scopo (volgarmente detta PATRIMONIALE) da 100-150 miliardi di euro da destinare alla crescita ed al rilancio di pezzi delo Stato come Giustizia, Forze dell’Ordine e Scuola?”

E invece temo che siamo tutti caduti nella grande trappola, senza via d’uscita.

Annunci

Archiviato in:Le cattive notizie, , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: