La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Strage di Liegi, assassinio di 2 senegalesi a Firenze – Cosa abbiamo imparato dal raid di Torino

La dinamica è sempre la solita. Avviene un fatto di cronaca eclatante, in cui sono più o meno riconoscibili una categoria (padroni, islamici, razzisti, immigrati, rom, etc) che  si scaglia contro un’altra categoria (precari, islamici, razzisti, immigrati, rom, etc).

A Torino nei giorni scorsi abbiamo avuto un esempio di quello che può succedere ad applicare questi pattern in modo superficiale ed affrettato. La ragazza, in quanto appartenente alla categoria “italiana”, denuncia lo stupro da da parte di esponenti di una categoria avversa secondo gli schemi in vigore, i “rom”. La cosa paradossale è che, non solo la vendetta è maturata durante una fiaccolata di solidarietà (pensavo fosse una delle cose più pacifiche al mondo…), ma che tutto sommato il raid è stato condannato perchè la ragazza non aveva subito alcuno stupro. E se lo avesse subito?

Tra ieri e oggi altri fatti di cronaca gravissimi hanno visto contrapporsi blocchi sociali o razziali facendo venire subito alla mente uno dei tanti schemi preconcetti che ci affrettiamo a riconoscere ed applicare.

A Liegi un attentato in centro città produce 4 morti e decine di feriti. L’uso di esplosivo in diversi punti della città ha fatto pensare subito alla matrice islamica. In realtà il probabile attentatore è belga e non si sa ancora nulla dei motivi che lo hanno ispirato.

A Firenze un cinquantenne, pare simpatizzante di destra, uccide 2 senegalesi, poi si suicida. Quì lo schema è veramente un classico, c’è di mezzo la presenza dell’assassino a qualche manifestazione di Casa Pound, la pelle dei ragazzi uccisi. Razzismo o follia?

Veniamo sicuramente da anni in cui le ronde in camicia verde, i piani Sicurezza, i ringraziamenti all’alluvione di Torino, la repulsione di Stato verso categorie “diverse”, hanno seminato la cultura del terrore e del respingimento. Il momento è socialmente terribile, ci sentiamo tutti indifesi di fronte agli altri e davanti ad un futuro incertissimo. Occore però una riflessione profonda, altrimenti finiremo ogni volta, anche solo idealmente,  in un qualche raid punitivo ed insensato.

P.S Ad esempio, su Twitter, leggo 2 tweet che spiegano bene il meccanismo:

Militante di #casapound fa strage di senegalesi a #Firenze in perfetto stile nar.

Il killer fascista di #Firenze, di #CasaPound, ha scritto un libro antisemita contro Eco con prefazione di De Turris, de “il Giornale”.

Il raid è dentro di noi…

Annunci

Archiviato in:Le cattive notizie, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: