La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Manovra economica Governo Monti al Senato – Asta Frequenze, accordo Svizzera, spese militari NO senza spiegazioni

Il Presidente del Consiglio Monti sia ieri sera (fino a tarda ora) che stamattina in Senato ha spiegato come e quanto è cambiata la manovra economica in questi giorni. C’era grande attesa, specialmente sule promesse di maggiore equità e sulle mitiche liberalizzazioni. Invece ci ritroviamo il solito Paese bloccato da un ingorgo di veti incrociati, paralizzato come in uno dei temutissimi blocchi stradali di taxi minacciati spesso dai tassisti, che anche stavolta ne usciranno probabilmente indenni.  Restano le solite 3 potenziali misure che potevano essere adottate, non sono state adottate, e sulle quali non sono venute spiegazioni in merito, autorizzando a pensare almeno ad operazioni, diciamo,  di lobbing molto convincenti.

Asta delle frequenze TV – Una recente asta relativa a frequenze adibite ai servizi radiomobili, non è andata deserta. Ha fruttato allo Stato più di 4 miliardi di euro. A questo set di frequenze sono interessate tra le altre Rai, Mediaset, SKY e Telecom Italia. Potenziale altissimo. Al momento l’unico motivo apparente sembra essere il veto di Berlusconi.

Accordo con la Svizzera – Se l’Italia stipulasse con la Svizzera un accordo analogo a quello stipulato dalla Germania, per tassare i capitali esportati e custoditi nelle banche elvetiche, secondo una stima de Il Sole 24Ore ricaverebbe tra i 5,2 e i 9,2 miliardi di euro. Al momento non sembrano esserci motivi per la la sua mancata attuazione.

Spese militari – Le cifre quì non sono univoche. Dal punto di vista degli armamenti parliamo di 4 sommergibili, 2 fregate, 131 cacciabombardieri F35. Il totale supera i 20 Miliardi di euro.  Sotto la lente anche l’enorme numero di Generali (600 secondo un dossier dei Verdi) di cui 69 di Corpo d’Armata e circa 13.000 ufficiali. Anche su questo fronte non sono venute nè aperture nè spiegazioni.

Quindi cosa è cambiato? C’è stata qualche intervento per rendere IMU ed indicizzazione delle Pensioni più sopportabili, ma grattando inesorabilmente il fondo del barile. Nessun ricorso alle 3 suddette misure, in cui sono in ballo miliardi di euro, ma piccoli ritocchi (tipo i 34 euro di imposta sull’estratto conto annuale). Magari Monti sta facendo le sue scelte a ragion veduta, ma noi non meritiamo spiegazioni?

Annunci

Archiviato in:Le cattive notizie, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: