La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Conferenza stampa di fine anno del Presidente Monti, tra messaggi subliminali e satira politica

Innanzitutto faccio subito outing: simpatico è simpatico, anzi personalmente trovo il suo humour irresistibile.

Esaurita la nota personale e di colore veniamo alla sostanza. E’ evidente che la strategia comunicativa di Monti e del suo Governo è ben congegnata: informazioni poche, atti concreti al momento opportuno, far trapelare le poche cose necessarie a sondare il terreno. Nella conferenza stampa di fine anno, chi si aspettava un elenco di misure per la crescita è rimasto deluso, anche se avrebbe dovuto aspettarselo, non essendo quella la sede e l’occasione opportuna per presentare le misure di governo. E allora di cosa ha parlato Monti, cui pure i giornalisti presenti hanno rivolto più di 30 domande? Diciamo più di linee guida che di atti concreti, più di indirizzo politico che di cifre. Di concreto spicca la conferma che l’accordo con la Svizzera sulla falsariga tedesca è allo studio, così come le misure in materia di mercato del lavoro. Spicca ad esempio l’ammissione che la sua nomina ha anche un valore simbolico verso i mercati e le altre nazioni europee (in particolare è sembrata una risposta diretta alla Germania), oltre che di sostanza vista la gravità e l’urgenza di certi provvedimenti.

Due note finali, un pò critiche (con tutto il dovuto rispetto). Alla domanda del giornalista del Fatto Quotidiano, circa precisi episodi di sprechi nella pubblica amministrazione (uova di struzzo decorate) Monti ha stranamente ironizzato, sottolineando di aver preso appunti, trattandosi di un tema di interesse nazionale, dimenticando che dietro piccoli e grandi singoli episodi c’è un malcostume diffuso che andrebbe affrontato. Infine il ricorso a certa retorica di berlusconiana memoria, di fronte alla quale davvero non so se faccia ironia o se sia serio. Lo slogan Cresci Italia cosa vi ricorda? Ed il ricorso al Bagno di Ottimismo quando l’italiano medio, guardando in prospettiva, vede un campo minato davanti a sè? Nella speranza che stesse facendo solo satira politica su chi lo ha (purtroppo) preceduto, giudicheremo le misure concrete, terreno sul quale ci attendiamo tutti sacrosanta discontinuità col suo predecessore.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: