La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Scandalo Calcioscommesse: quando la tentazione è troppo forte per non approfittarne

La tentazione di “aggiustare” certe partite è forte, specie quando in ballo ci sono soldi e potere. In politica, per fare un esempio, qualche volte pare sia scattata una corsa contro il tempo per “aggiustare” l’esito di certe votazione sulla fiducia al governo. Possiamo immaginare che in ballo ci fossero soldi e potere, per politici che già si presumeva vivessero una condizione da privilegiati. Inspiegabile per noi comuni mortali, eppure il fenomeno è all’ordine del giorno.

In queste settimane stiamo apprendendo di analgohe dimostrazioni di avidità e corruttibilità anche da parte di calciatori spesso ricchi e famosi. Eppure solo qualche anno fa abbiamo visitato Calciopoli, luogo immaginario in cui qualcuno addomesticava i risultati facendo leva sugli arbitraggi, con lo scopo primario, pare,  di vincere competizioni, innescando ovviamente la leva finanziaria al raggiungimento di determinate vittorie. A differenza di quel fenomeno, lo scandalo odierno, detto Calcioscommesse, non pare troppo interessato alla vittoria finale di campionati o coppe, potendo contare su eventi talmente elementari e frequenti, che pareva brutto non approfittarne. Ve la ricordate la vecchia cara schedina del Totocalcio? Quella scommessa ante-litteram aveva in sè i giusti anticorpi, sembrava a misura di italiano: “aggiustare” 12 o 13 partite di calcio è impresa piuttosto complicata per qualunque organizzazione. Per vari motivi oggi è praticamente caduta nel dimenticatorio.  Il moderno Calcioscommesse  poggia invece sulla possibilità di scommettere, ogni santo giorno, alla maniera inglese, su tutto o quasi, e su micro-eventi che possono verificarsi durante una partita. Il raggio d’azione è praticamente sconfinato: oltre al campionato di Serie A, i principali campionati europei, più campionato australiano, cileno e qualche oscuro campionato di serie B continentali, come quello portoghese o inglese. Gli eventi su cui scommettere, poi, sono tantissimi e non solo concentrati sull’intera singola partita di calcio, ma anche su singole fasi di gioco che si svolgono nell’arco dei 90 minuti. Ecco una lista di possibili scommesse, si badi bene, non esaustiva:

  • Risultato finale (e alla fine del 1° Tempo)
  • Presenza/Assenza di goal
  • Numero di goal pari o dispari (anche alla fine del 1° Tempo)
  • Sopra/sotto un certo numero di goal (anche alla fine del 1° Tempo)
  • Goal o meno della squadra di casa e della squadra ospite
  • Minuto del primo goal
  • Numero di calci d’angolo
  • Risultato esatto di una partita
  • Goal da parte di un determinato calciatore
  • Numero di ammoniti
  • Espulsioni in una partita
  • Presenza di calci di rigore in una partita
  • Squadra con maggior numero di calci d’angolo
  • Squadra con maggior numero di ammoniti

Avendo a disposizione 22 calciatori da avvicinare/convincere/corrompere anche solo per provocare un calcio d’angolo in più o prendersi una innocua ammonizione, ed avendo la possibilità di impiegare ingenti capitali, magari illeciti, e magari da ripulire, davvero il mondo del calcio pensava di essere immune dagli appettiti di certa criminalità? Davvero ci possiamo permettere le scommesse, all’inglese, pur non condividendo praticamente nulla con l’Inghilterra sia in materia di organizzazione del Calcio come business, sia in termini di presenza di criminalità organizzata? Come prevede la classica gestione all’italiana, dobbiamo prima picchiare il muso e pagare il prezzo della solita Approssimazione delle Libertà, prima di renderci conto che non siamo un paese qualsiasi e che bisogna sempre fare i conti con in nostri difetti, imporci preventivamente regole più stringenti,  prima di scimmiottare paesi più civili del nostro.

Annunci

Archiviato in:Le cattive notizie, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: