La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

A Che tempo che Fa Fazio manda in scena il solito autorevole show del professor Monti

Che sia a suo agio in ogni occasione pubblica ormai non è più una novità e l’audience lo testimonia: 6.099.000 telespettatori (20.85%). Il presidente Monti si destreggia con disinvoltura nelle conferenze stampa istituzionali in patria ed all’estero, davanti ad un microfono per strada, in uno studio televisivo, alternando sapientemente autorevolezza ed ironia. Anche ieri sera, ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa“, non ha deluso le aspettative.

Sia chiaro, faccio parte come tantissimi italiani, di quelli che ne escono piuttosto malconci dalla sua recente manovra “Salva Italia”, per cui penso di poter essere sufficientemente obiettivo. Quello che fondamentalmentne è emerso ieri sera è che, strattonato in alemno due direzioni opposte, Monti cerca di tirare dritto cercando di volta in volta di scontentare un pò tutti, visto che il suo compito principale è scontentare, fare cioè quelle misure divenute inevitabili dalla apatia furbo-elettorale del governo Berlusconi. Ciò vale per le liberalizzazioni dove le spinte sono diverse, poichè a sinistra ed a destra si cerca di tutelare determinate sacche di protezione a scapito di altre, ritenute liberalizzabili. Il risultato sarà che probabilmente verranno colpiti più o meno tutti, poi venite a lamentarvi. Su due temi, poi, l’approccio scientifico è stato particolarmente azzeccato: il famoso accordo con la Svizzera e la Rai. Il professor Monti ha chiesto tempo, per evitare misure per lo più emotive, di pancia come abbiamo imparato a dire ed a subire col precedente governo. E’ chiaro, come spiegava molto bene Manzitti su  La Voce.info, il famoso accordo è un potenziale trappolone, trattandosi in poche parole di uno scudo fiscale, sebbene abbastanza conveniente. Per questo motivo Monti ha fatto capire di andarci cauto, cosa che va benissimo, purchè sia allo studio qualcosa di alternativo per tassare in modo equo le decine di miliardi di euro che dall’Italia sono stati portati in Svizzera. Anche sulla Rai ha chiesto tempo, e non ha detto di più, invocando quel diritto alla riservatezza che si impone per un governante, a differenza di quanto accaduto nel recente passato.

Insomma la sensazione, ogni volta, è che questo governo sia fatta di gente che sa quello che deve fare, che è al lavoro, e che tirerà fuori una soluzione ai problemi più urgenti, che piaccia o no. Vedremo cosa ci riserverà il prossimo futuro tra liberalizzazioni, mercato del lavoro e crediti delle imprese.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: