La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Decreto Sviluppo 2 – La vendetta (ILVA, ripetitori ed antenne)

Se è vero quanto anticipa Repubblica.it, il governo tecnico ritiene che lo sviluppo digitale del Paese abbia bisogno di qualche accelerazione ma a basso costo. Pare che nella bozza del Decreto Sviluppo 2, l’articolo 29 reciti più o meno così:

“Il proprietario o il condominio  non possono opporsi all’accesso dell’operatore di comunicazione al fine di installare, collegare o manutenere gli elementi di rete quali cavi, fili, riparti, linee o apparati”.

Quindi sempbrerebbe un via libera all’installazione di antenne e ripetitori senza restrizioni e senza patteggiamenti per le compagnie telefoniche. Mi pare di capire che l’esperienza recente dell’Ilva non abbia insegnato nulla sul rapporto tra sviluppo e salute, e che si stia consentendo il proliferare delle antenne radiomobili senza particolare attenzione per la pelle della gente.

Ed a proposito della potenza delle nuove frequenze LTE, vi propongo una interessante lettura che riassume i problemi che gli operatori stanno avendo durante la sperimentazione in corso (oscuramento di altri segnali, frequenze TV disturbate od offuscate). In bocca al lupo a tutti noi.

 

Annunci

Archiviato in:Le cattive notizie, , , , , , , ,

One Response

  1. Conte ha detto:

    Non esiste nessun legame scientifico verificato tra onde radio (nelle frequenze e potenze consentite dall’ARPAT) e la salute. Gli operatori installano antenne che operano all’interno di potenze consentite per legge che non hanno il benché minimo influsso sulla salute.

    Inoltre, all’aumentare del numero delle antenne di un operatore telefonico, *DIMINUISCE* l’inquinamento elettromagnetico perché è possibile ridurre la potenza in funzione del quadrato della distanza da illuminare. Quindi più antenne vuol dire meno inquinamento elettromagnetico.

    Tutto il resto è solo disinformazione, ignoranza e paura. Citare il caso dell’Ilva è poi solo retorica da quattro soldi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: