La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Oltre matteorenzi.it: quanto dista Renzi dal PD

Devo una risposta al comitato che supporta la campagna di Matteo Renzi alle primarie del centrosinistra. Ieri li avevo ironicamente “provocati” attraverso una pseudo-infografica in cui mettevo in evidenza l’assenza di richiami e riferimenti al PD all’interno della ricchissima home page del sito matteorenzi.it.

La risposta, simpatica, mi è arrivata attraverso l’account twitter @adessopartecipo, e mi invitava a fare una analoga ricerca all’interno del sito bersani2013.it. Cosa che avevo ovviamente fatto.

E’ vero che sui siti dei 3 candidati del PD (lo stesso vale anche per Laura Puppato) mancano espliciti riferimenti al partito di appartenenza, cosa che, ad esser seri, è giustificata dal fatto che si tratta di primarie di coalizione e non di partito (ed infatti lo stesso avviene anche sul sito di Nichi Vendola nichivendola.it in cui non c’è alcun riferimento a SEL). Se vogliamo però continuare sul solco dell’ironia, mi/vi chiedo: quale dei due siti evoca maggiormente il Partito Democratico?

Si potrà obiettare che star lì ad analizzare le scelte cromatiche dei candidati è da maniaci dediti ai dettagli. E invece per me le scelte grafiche e di comunicazione in generale, sono perfettamente coerenti con i rispettivi messaggi. E il messaggio di Renzi è quasi sempre ortogonale al PD come lo conosciamo.

Sul palco di Matteo Renzi (dove dice cose spesso condivisibili) non ci sono simboli del PD, non ha partecipato alla recente Assemblea del partito in cui sono state stabilite le regole per le primarie (la famosa revisione dell’articolo 18 dello statuto). Ritiene il segretario del partito Bersani un neo-comunista (che avrebbe reso il PD una sorta di PCI 2.0), ritiene di dover azzerare il partito chiedendo agli attuali dirigenti di farsi da parte (rendendo popolare il termine “rottamazione” in luogo del troppo  morbido “rinnovamento”). Ce l’ha con i brani musicali che aprono o chiudono comizi e assemblee di partito (preferisce i Muse), ha decretato vincitore in Sicilia il solo astensionismo minimizzando la vittoria di Crocetta, vorrebbe dare al partito l’impronta del riformismo cattolico.

Ripeto, trovo condivisibili molte delle idee di Renzi, perchè moderne e piene di buon senso. Noto però una scelta precisa nel voler mantenere una certa distanza di sicurezza dal PD e dalla sua storia, al punto che spesso mi sono chiesto come mai non ha fondato un suo movimento, affine al centrosinistra, rinunciando coraggiosamente al patrimonio di voti del PD, ricominciando da zero.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: