La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Centrosinistra al Confronto Sky – 5 ricette e 5 stili di comunicazione

Dibattito pacato, con un buon ritmo, moderno, poco tempo per ogni risposta per non annoiare ma abbastanza per capire le basi del pensiero dei 5 candidati. Poca profondità, poche cifre ma secondo me è ancora presto per scoprire davvero tutte le carte.

BRUNO TABACCI – E’ chiaramente un moderato, con tutto ciò che questa definizione contiene. E’ evidente la sua esperienza di amministratore e la sua padronanza del mezzo televisivo. Ricette tradizionali ed alto tasso di montismo. CONTENUTI: 6 – CONUNICAZIONE: 7

LAURA PUPPATO – Ha le idee chiare su argomenti di enorme attualità come la Green Economy o evocativi come il BIL contrapposto al PIL. Non sfonda in termini dialettici, sa benissimo che non vincerà,  ma dà l’impressione di poter essere una risorsa per chiunque dovesse vincere le primarie. CONTENUTI: 7 – COMUNICAZIONE: 6

MATTEO RENZI – Ha studiato e si vede. Ha una posizione e una ricetta per tutto, tranne per l’adozione da parte delle coppie gay. Ha ritmo nell’esposizione ed alterna in modo sapiente tono drammatico e “piacioneria”, con quell’aria da ragazzo che pare sia lì lì per girare la Ruota della Fortuna. Qualche ricetta scomoda ed imprevista stoccata sull’alleanza con Casini. CONTENUTI: 8 – COMUNICAZIONE: 9

PIERLUIGI BERSANI – E’ il vecchio saggio del gruppo e lo dimostra sia nel tono che nel linguaggio del corpo. Pacato, forse anche troppo, ma coerente nella sostanza con quanto va predicando da qualche anno. A volte paterno, chiama i condendenti per nome, si potrebbe sospettare di mossa studiata, forse, ma il segretario è anche persona schietta e diretta. Nessun colpo di scena, nessuna sorpresa, rassicurante. CONTENUTI: 8 – COMUNICAZIONE: 7

NICHI VENDOLA – E rivoluzionario, senza compromessi, con lui si cambia strada in modo drastico. Dice cose di grandissimo buonsenso, tutte generalmente condivisibili, ma tutte sembrano difficilmente realizzabili. Le sue ricette sono una serie di inversioni ad U rispetto al berlusconismo ed al tecnicismo degli ultimi anni. Simpatico, a tratti spiritoso ma mai gigione, nell’appello finale, come prevedibile, dà il meglio di se quando libera l’eloquio ed a briglia sciolta racconta a modo suo il mondo che vorrebbe, CONTENUTI: 8 – COMUNICAZIONE: 9

Per finire, bravo, freddo, cortese ma fermo il conduttore. Pessime le domande del pubblico (indimenticabile la storpiatura Oscar Giannetto di tale Serena). Una buona pagina di politica di sostanza, in definitiva, ma sarebbe stata utile una maggiore contrapposizione di idee, per apprezzare meglio le diversità. Per finire, citato di striscio D’Alema ed un paio di volte, ma mai in modo diretto, Berlusconi. Ne stiamo uscendo.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , , , ,

4 Responses

  1. Sono sostanzialmente d’accordo con la tua analisi anche se a me il “noi” spesso ripetuto da Renzi mi ha infastidito. Noi chi?
    Comunque è indubbio che quelli che hanno retto meglio la scena, a livello di comunicazione, sono stati Renzi e Vendola anche se a me è piaciuto anche Tabacci (che personalmente reputo una persona perbene e coerente).
    Se effettivamente un confronto del genere oltre a far conoscere meglio i candidati servisse anche a gettare le basi per ricostruire il centro-sinistra non sarebbe male, ma ho i miei dubbi… purtroppo.

  2. Mauro Poggi ha detto:

    Non ho Sky. Questo appuntamento con la storia l’ho mancato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: