La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

“Ad un passo dal negro” di Simone Spetia

Ho letto ieri questo post di Beppe Grillo nel quale si scaglia contro il politically correct. Dice tra l’altro

Il Sistema, nelle sue varie e molteplici forme, diverse, ma protette dal medesimo scudo di perbenismo, da una vernice di merda decennale che non puzza, ma soltanto “odora”, usa il politically correct per mozzare le lingue, etichettare, isolare chiunque ritenga altro a sé.

Ho pensato subito che in questo ragionamento c’è qualcosa che mi disturba profondamente. Di base sono uno favorevole al parlar chiaro e – in caso di cazzeggio – mi piace l’umorismo politicamente scorretto. Me ne vergogno un po’, sono come i bambini che ridono quando parlano di cacca e puzzette, ma tant’è. Però il discorso politico è diverso.

Qui trovate l’intero post dal blog di Simone Spetia, “Minuzie”.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: