La Monarchia delle Banane

"Il pubblico è un bambino di undici anni, neppure tanto intelligente". S.B.

Le Doparie. Per non spezzare il filo delle Primarie.

partecipazioneQuante ironie abbiamo fatto sulla famigerata piattaforma web del Movimento 5 Stelle? Tante, ma non certo perchè l’intuizione di fondo sia sbagliata, ma per quella commistione tra movimento politico, gestore della piattaforma web, la presenza della Casaleggio&associati, la poca trasparenza nei risultati, quell’effetto “avatar” che a volte fa un pò ridere. A conferma del fatto che il tema è caldo e che anche i partiti tradizionali devono rassegnarsi ad affrontarlo, ho partecipato ieri sera ad un dibattito al Teatro Belli di Roma su uno dei possibili strumenti per favorire la Democrazia partecipativa: le Doparie. Lo so, il termine non è granchè, ma preferirei soffermarmi sui contenuti. L’ideatore delle Doparie, Raffaele Calabretta, ricercatore del CNR, si è fondamentalmente posto una domanda, per certi versi banale: dopo le Primarie, dopo le Elezioni, è ammissibile ed adeguato ai nostri tempi che la classe dirigente di un partito , forte del mandato ricevuto, decida in autonomia alleanze (specie se difformi da quanto dichiarato prima delle elezioni) e linea politica su temi etici o particolarmente complessi? La sua risposta è no, e la sua proposta è un meccanismo di consultazione tra partito e quella parte di cittadini che si riconoscono come elettori, esattamente come nel caso delle primarie. Semplice, no? Eppure passare da una democrazia rappresentativa come la nostra ad una democrazia partecipativa è un processo meno scontato di quanto sembri (ad esempio nel Partito Democratico è previsto che si ricorra allo strumento del referendum: mai usato). Una domanda che anche ieri sera è stata posta, ed a cui non è facile dare una risposta, è: il popolo è “bue” nei confronti di temi tecnici o eticamente delicati, per i quali serve una conoscenza non alla portata di tutti? Ed inoltre, la Rete è un mezzo di trasmissione della conoscenza sufficiente ad informare capillarmente gli elettori, rendendoli consapevole della scelta che si apprestano ad operare? Mi viene da pensare che una società tutto sommato arretrata, post-bellica, scarsamente scolarizzata e collegata sulla quale i Padri Costituenti hanno “ritagliato” la Costituzione Repubblicana, non poteva che accontentarsi di una democrazia rappresentativa. Aveva probabilmente un senso logico inviare in Parlamento  i notabili del paese, in rappresentanza di una società spesso rurale, logisticamente distante dai centri del potere, Ha lo stesso senso oggi? Con l’iper-connessione sia fisica che virtuale di cui possiamo beneficiare oggi, con la possibilità di fruire direttamente di dibattiti come quello che vi sto raccontando, corsi di laurea online, giornali, copertura live di eventi di qualsiasi genere ed a qualsiasi latitudine, ha ancora senso giustificare l’eventuale popolo “bue”? Tutto lascerebbe pensare che  non lo sia, specialmente se non si parla di “popolo” in senso vago, ma ci si riferisce piuttosto all’elettorato di riferimento di un partito e considerando, inoltre, che anche dal punto vista tecnico piattaforme come Liquid Feedback o Nation Builder, pur con le loro specificità e criticità, costituiscono esempi già  collaudati per l’esecizio della consultazione e della partecipazione. Mi viene da pensare che la necessità di ragionare concretamente di strumenti come quello delle Doparie, è quanto mai urgente alla luce, ad esempio, del recente comportamente del Partito Democratico che ha coinvolto gli elettori per condividere prima delle elezioni alleanze e linea politica, salvo poi cambiarle dopo in nome di una unilaterale visione del “bene del Paese”.

Annunci

Archiviato in:Osservazioni, , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: